sabato 5 ottobre 2013

MARIO ADINOLFI, IL "PIDDINO" INCONSAPEVOLE.

Mario Adinolfi (PD) su La Terra dei Fuochi: "Si sono fatti devastare tacendo dalla camorra che ha interrato per anni rifiuti tossici, ora fanno le manifestazioni. Che popolo di merda".
Il riferimento è alla manifestazione di 20.000 persone ieri sera ad Orta di Atella.

Caro Mario Adinolfi per tua informazione è stato il tuo partito a devastare la Campania (se vuoi andiamo a fare un giro a Taverna del Re). Bassolino e i bassoliniani che ancora siedono in Parlamento e gestiscono un grande numero di tessere nel tuo partito, sono i principali responsabili di questo genocidio (e basta citare le parole del Pubblico Ministero nel processo a carico di Antonio Bassolino per capirlo: "Ritengo che Antonio Bassolino abbia concorso nella perpetrazione dei reati, […] si chiede altresì la pronuncia di prescrizione per tutti i capi di imputazione a lui attribuiti". Ma potremmo raccontare molto di più).

Inoltre per tua informazione sono 20 anni che in questa terra si fanno cortei, manifestazioni, analisi per la diossina autofinanziate dai comitati. Dall'altra parte c'era il tuo partito e la sua finta opposizione del Pdl che fingevano che il problema non gli competesse, scaricando le colpe sulla camorra (l'alibi perfetto di pessimi politicanti). Utilizzando l'Arpac per mantenere i segreti sullo stato di inquinamento del sottosuolo.
Oggi caschi dal pero e ti accorgi che ci sono cittadini che manifestano. Abbi almeno l'umiltà di documentarti prima di sparare una boiata.

In questi anni si sono pentiti i camorristi, si sono pentiti gli imprenditori, ma nel tuo partito quando VI PENTIRETE e ve ne tornerete a casa?

#terradeifuochi