mercoledì 27 maggio 2015

OGGI PARTE IL MICROCREDITO

OGGI PARTE IL MICROCREDITO
E’ il coronamento di due anni di lavoro da cittadini prestati alla politica, cittadini al servizio dei cittadini. Oggi 27 maggio il Ministero dello Sviluppo Economico ha lanciato la procedura che dà il via al Fondo per il microcredito di Stato, una conquista inedita nella storia di questo Paese, uno strumento realizzato grazie al duro impegno e soprattutto grazie ai 10milioni di euro che derivano dalle restituzioni delle eccedenze di stipendio da parte degli eletti del MoVimento 5 Stelle.
Sentirete parlare di “click day” perché da oggi, 27 maggio, sarà possibile prenotare i fondi sul sito www.fondidigaranzia.it.
Il M5S si è preoccupato di contattare questi soggetti finanziatori al fine di assicurare ai cittadini condizioni trasparenti consentendo agli utenti di operare una scelta consapevole delle condizioni operate.
Alcuni soggetti finanziatori (operatore del microcredito, istituto bancario o intermediario finanziario) hanno già avviato, e altri lo stanno facendo, una convenzione con il M5S, offrendo tassi interessanti e servizi di supporto molto importanti.
Il Fondo per il microcredito eroga fino a 25mila euro per ogni iniziativa economica, cifra che può arrivare a 35mila in caso di regolare restituzione delle rate e a fronte di buoni risultati intermedi del progetto. Lo strumento si avvale di una dotazione di partenza di 40 milioni di euro, ma una volta esaurite le risorse per le prenotazioni online, si potrà continuare a fare richiesta direttamente in banca fino all’esaurimento delle risorse ordinarie del Fondo di garanzia (centinaia di milioni di euro).
Compilare la domanda che a breve sarà sul web servirà a bloccare il credito. La prenotazione sarà valida per  i cinque giorni lavorativi successivi, entro i quali il richiedente dovrà presentare la propria idea imprenditoriale al soggetto finanziatore (ci si può far aiutare dai consulenti del lavoro per una prima indicazione). L’intermediario avrà poi 60 giorni di tempo per concludere la pratica. 
Il fondo ha la finalità di finanziare lavoratori autonomi o microimprese (anche cooperative, Srls o società di persone) rientranti nelle cosiddette fasce deboli, ossia non in condizione di rivolgersi al sistema creditizio tradizionale. Non servono, infatti, garanzie reali, cioè il richiedente non rischia nessuna ipoteca. Il Fondo del Microcredito copre l’80% delle somme finanziate e soprattutto garantisce la somma erogata senza il vincolo della valutazione economico-finanziaria del progetto da parte del gestore del fondo stesso. La garanzia, peraltro, è concessa gratuitamente.
Tutto ciò rende l’iter molto snello. Appena il ministero comunicherà con esattezza la data per l’invio delle domande di prenotazione, sarà cura del M5S avvisarti. Iscriviti alla nostra mailing list (http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/microcredito/index-test.html#slide-5) per ricevere tutti gli aggiornamenti. 
Abbiamo incalzato il governo per consentire l’emanazione dei regolamenti attuativi che rendessero il Microcredito una realtà su tutto il territorio nazionale. Abbiamo creato una convenzione con l’ordine nazionale dei Consulenti del Lavoro per fornire a tutti i cittadini un aiuto concreto e gratuito. Abbiamo sollecitato il sistema bancario al fine di garantire condizioni chiare, trasparenti e vantaggiose.